domenica , 27 Settembre 2020

CARLO LIGA

CARLO_LIGA_Top-POSTER-wfBiografia di Carlo Liga

Capece Carlo Piero è di origini abruzzesi, nasce in un vicino alle sorgenti del Mississipi D’Italia: Il fiume Po’, in un paesino: Pinerolo, patria del mito storico della maschera di ferro, favola reale intrisa di mistero, e patria del brachetto. Carlo Liga è senza fissa dimora, poiché alberga e si esibisce nei tanti locali abruzzesi e marchigiani. Accompagnato da due grandi talenti del panorama musicale locale. Due chitarristi di rock blues: Walter “Elvis” e Johnny Guitar. Entriamo nel vivo della favola blues di Carlo Liga. Siamo a metà anni ottanta, clima ostile per il genere musicale quale heavy metal, e ad una ora tarda, facevano capolino nell’etere due speaker da una radio locale che rispondeva al nome di “RADIO ACTIVITY”, di Castelnuovo Vomano.Diventato amico dello staff e ospitandomi in radio, costoro sono Aldo Minosse, poi diventato dire ttore artistico dell’ ”indhastria”, e il chitarrista Valerio. Condussero con competenza e grande padronanza nel campo musicale un programma radiofonico seguitissimo con il passare degli anni, si chiamava “RIFF-RUFF”. Era il periodo di maggior risalto della musica hard-rock. Erano gli anni dei grandi concerti estivi delle maggiori band del momento. Ai vari monster OF ROCK tenutisi a Reggio Emilia, cresceva la passione e l’interesse delle band. Si organizzavano serate con diversi generi musicali, e un realizzatore di questi eventi era Dragoni Moreno; Egli chiamava a partecipare gruppi etnici di altri paesi Europei. Oggi non è più con noi. Imperversò nei primi anni 90 la moda del karaoke introdotta dal suo simbolo”Fiorello” e intorno al 1995 vuoi per goliardia, vuoi per le serate allegre con gli amici; in una freddissima sera d’inverno spinto dal divertimento dei miei amici “Bikers” free group (Ratti di Fogna) andai al microfono per cantare “Bar Mario”, nel locale “ Route 66”. Da quel momento in poi fui ospite nelle serate dei “Brandy Brothers” e ospite di una moltitudine di inviti da band, orchestrine, animatori, bande paesane, e animatore di belle serate improvvisate all’insegna dello spettacolo con un artista teatrale quale Walter Nanni nel locale “Blak Out”. Invitato in una sua trasmissione. Vi fu un tour the force, in cui ovunque era allestito un impianto audio con microfono pronto ad accogliere una mia esibizione canora tanto attesa e richiesta. Ma c’era una band che seguivo e di cui sentivo tanto parlare riguardo alle loro performances. Loro si esibivano in festival blues, in locali e feste in piazza; erano i “Bowler Hat”, con il cantante Walter “Elvis”; il virtuoso chitarrista Johnny Guitar ; il killers dei tasti d’avorio Henry; il percussionista Alex Presutti; e l’eccentrico bassista Piello; guardandoli dalla platea sognavo di conquistare un cm quadro del loro palco. Poco dopo, nel periodo in cui mi esibivo nei vari locali, incrociai sulla strada del rock’n’roll il cammino di Walter e Johnny, condividendo con loro delle serate musicali memorabili, punti di appoggio vitale nei miei ultimi momenti di estrema difficoltà. Gli unici a non abbandonarmi nel momento critico e ad offrirmi affetto personale e professionale, regalandomi uno spazio nello spettacolo itinerante, anche quando di voce non avevo più. La mia rinascita è avvenuta nel gennaio 2008, al “MAYA CAFE”,con tante serate in tanti locali nel duo con Walter “Elvis” Così che al cospetto contatto con il publico, nasce una sincera amicizia con un personaggio stimatissimo dal mondo giornalistico e non solo: il Dottor Pino Capasso , giornalista, pubblicista e penna autorevole veterano del Corriere Adriatico. Duettiamo in un programma televisivo quale la botola di Fabrizio Frizzi nel 2008. Rispettivamente Pino Capasso come mentore di Carlo Liga concorrente, esibendosi con ”certe notti” celebre successo di Luciano Ligabue.  Attualmente collaboro con AMEDINO DJ, famosa voce del programma radiofonico “Quando si balla” in onda su RADIO ABRUZZO-MARCHE.

CARLO LIGA ringrazia LUCIANO LIGABUE